La parte orientale della Liguria coincide con la vallata del fiume Magra, al confine con la Toscana e  a nord con l'Emilia, passaggio storico e unico per raggiungere Roma, sia percorrendo la costa sia scendendo dagli Appennini,  questa vallata, nel corso dei secoli, ha visto e subito gli eserciti che miravano a raggiungere la città eterna o che ne tornavano.

Non solo soldati ma anche mercanti, viandanti e pellegrini, infatti da qui passa la Via Francigena, a testimoniare l'importanza della zona come collegamento tra Roma, il centro Italia e il resto del mondo.

Questo aspetto forgia il territorio, ne modifica l'aspetto e il carattere, influisce sulle colture e sulla cultura di piccolo angolo di mondo che diventa una zona a se, riconoscibile, con un proprio nome: Lunigiana.

Dal mare, dell'antico porto di Luni, risale lungo i fiumi Magra e Vara fino ad arrivare al passo dove in un panorama unico si racchiude tutto, in un sguardo mozzafiato, dove ogni su ogni colle si trova un castello, una rocca, una fortezza.

Qui risiedeva il popolo dei liguri apuani che diedero filo da torcere ai romani per secoli e sempre qui arrivano artisti da tutto il mondo per estrarre la loro arte dal bianco marmo delle Alpi Apuane o per farsi ispirare dai riflessi del mare in quello che viene chiamato Golfo dei Poeti.

Si perché in questo piccola angolo d’Italia, non manca nulla: montagne alte e innevate, le alpi più a sud d’Italia, bianche di neve e di pietra; boschi, castagni e pascoli negli Appennini; colline e pianura, ma soprattutto il mare.

Oliveti e vigneti rivestono le colline che non distano molto dalla costa (e ne colgono tutti i benefici) e ricadono nell’areale della DOP Colli di Luni, a confine con la Toscana, condividendone di fatto alcune colline vocate alla viticoltura.

Il disciplinare della DOP Colli di Luni viene approvato il 14 giugno 1989 e comprende parte del territorio dei comuni di Luni, Castelnuovo Magra, Sarzana, Santo Stefano di Magra, Bolano, Calice al Cornoviglio, Beverino, Riccò del Golfo, Follo, La Spezia, Vezzano Ligure, Arcola, Lerici, Ameglia, in provincia della Spezia e in provincia di Massa Carrara, parte dei Comuni di Fosdinovo, Aulla, Podenzana, con una superficie totale di circa

La coltivazione della vite è fortemente legata alla presenza del vitigno Vermentino, ritenuto da sempre la varietà più adatta alla zona, oltre che dall’Albarola, che evidenzia originalità e legame con la tradizione, mentre un altro vitigno a bacca bianca d’interesse per la zona è il Ruzzese

La vicinanza con la Toscana influisce sulla presenza nei vigneti del Sangiovese e del Canaiolo, dove troviamo discretamente diffusi anche Massareta e Pollera Nera, che vanno a comporre i vini rossi della denominazione.

check Product added to compare.